La Investition Bank Berlin (IBB) ha comunicato che da Venerdì 27.03.2020 alle 12 il modulo per la richiesta di aiuti per i freelance e le piccole imprese sarà disponibile sul loro sito a questo link: https://www.ibb.de/de/wirtschaftsfoerderung/themen/coronahilfe/corona-liquiditaets-engpaesse.html

IMPORTANTE: Prevediamo che ci saranno problemi per l’accesso, dovuti ad un verosimile sovraccarico del server.

La somma iniziale a disposizione per i freelance/lavoratori autonomi sarà di 5000 euro a persona con possibilità di nuova richiesta dopo sei mesi, per un totale di 100 milioni di euro stanziati dal governo.
Raccomandiamo quindi di fare richiesta il prima possibile, anche se siamo fiduciosi del fatto che, in caso di esaurimento dei fondi, il governo metterà a disposizione nuovi finanziamenti.

Un’altra soluzione sarebbe quella di fare richiesta al Jobcenter per l’ “Arbeitslosengeld II” (sussidio di disoccupazione II), nello specifico come “Grundsicherung für Selbstständige” (prestazione previdenziale di base per i lavoratori autonomi): è un aiuto finanziario per coprire le necessità di base, come assicurazione sanitaria, affitto ed altre spese. Vista la chiusura al pubblico dei centri in Germania i moduli per l’applicazione devono essere richiesti via posta, scrivendo una lettera in cui si affermi di essere un Freelance (Selbständig/Freiberufler) che ha perso le sue entrate a causa del virus ed includendo:

  • Data di nascita
  • Stato civile;
  • Situazione abitativa: locatario principale (‘Hauptmieter*in’), inquilino secondario (’Untermieter*in’), residente in un appartamento condiviso (WG), proprietario (Eigentümer)
  • Tipo di attività svolta
  • Una copia del documento di identità e dell’Anmeldung (o passaporto e permesso di residenza per chi non è cittadino europeo).

IMPORTANTE– Questa richiesta è generalmente negata a chi ha sostanziali capitali propri o proprietà immobiliari ma è stato annunciato che per i prossimi sei mesi queste clausole verranno allentate, sebbene non ci sia ancora stata una definitiva comunicazione ufficiale.

(Varie Fonti. 26.03.2020)